26 novembre 2018
pubblicato da Il Ponte

Grandi opere inutili

Grandi operedi Alberto Ziparo

In Italia negli ultimi vent’anni si sono spesi oltre 170 miliardi di euro per nuove opere (130 solo per la Tav), laddove per la manutenzione del piú grande patrimonio infrastrutturale dell’Occidente – stando al rapporto lunghezza delle reti/abitanti – si è investito meno del 10% di tale cifra. È in questo quadro che si inserisce il terribile disastro del ponte di Genova: un’opera che fin dal suo collaudo è stata oggetto di inchieste, polemiche, dibattiti, e che proprio per questo doveva essere sottoposta a verifiche e manutenzione straordinaria continua.

Continua a leggere →

5 marzo 2016
pubblicato da Il Ponte

Le Grandi opere inutili e imposte

grandi operedi Tiziano Cardosi

Per parlare di quella che è una vera e propria violazione dei diritti dei popoli a proposito delle «Grandi opere», inutili e imposte – se ne può fare un acronimo: le Goii -, in Italia non possiamo prescindere dal fare un quadro generale della situazione politica, economica e legislativa.

Quello delle «Grandi opere» è un fenomeno non nuovo, soprattutto nei paesi del cosiddetto «terzo mondo». In particolare, in America Latina e Africa tali «Grandi opere» sono state lo strumento di una politica economica di rapina, nata subito dopo la decolonizzazione, per mantenere al guinzaglio i paesi che da poco si erano liberati del giogo diretto delle potenze imperialiste: si sono creati enormi debiti, che sono diventati il coltello alla gola con cui i paesi piú poveri sono stati nuovamente oppressi e sfruttati, non piú direttamente, ma con strumenti piú subdoli.

Nei paese piú «sviluppati», in Italia in particolare, questa febbre del cemento e dell’asfalto è invece scoppiata soprattutto alla fine degli anni ottanta per proseguire a tutt’oggi.

Continua a leggere →