20 Ottobre 2016
pubblicato da Il Ponte

Michela Murgia e il sultano

Michela Murgia e il sultanodi Carlo Rossetti

La nota scrittrice di grande successo, Michela Murgia, nei giorni del “colpo di stato” in Turchia, ha pubblicato nell’Unione sarda, a tutta pagina, una lunga serie di articoli su Erdogan e la Turchia. Forse neppure varrebbe la pena di soffermarsi sul punto, se l’autrice non fosse una figura pubblica, una voce critica, che prende spesso la parola in convegni e nei giornali. I suoi interventi sollevano, ancora una volta, il problema della responsabilità dell’intellettuale di fronte alle crisi, la questione della ricerca di un’analisi imparziale.

La Turchia è un tema importantissimo, per la sua posizione in Europa, tra la Russia, il Medioriente e l’Asia. La storia turca moderna, dopo la caduta dell’impero ottomano, segnata dalle oscillazioni tra il laicismo e l’islam, i governi militari e civili, pone questioni decisive per il futuro della storia mondiale. La Turchia è un luogo ove da sempre si cercano formule nuove, nella tradizione culturale, politica e religiosa, e dove fortissima e sanguinaria è stata la reazione contro le tendenze innovative.

Continua a leggere →