Attualità di un messaggio

di Tristano Codignola

[Testo integrale del discorso pronunciato in Palazzo Vecchio l'11 agosto 1975 per la ricorrenza della Liberazione di Firenze.]

Amico Sindaco, cittadini, compagni,

noti, eminenti rappresentanti della Liberazione fiorentina ci hanno lasciato da poco: da Carlo Levi, che portò – non fiorentino – alle nostre lotte un contributo originale di umanità e di sensibilità critica (vorrei auspicare per lui la cittadinanza onoraria...

Patto atlantico

Ragioni di un No

di Piero Calamandrei

[La seguente dichiarazione di voto è stata fatta nella seduta della Camera dei deputati del 18 marzo 1949, prima dell’appello nominale sul cosiddetto “patto atlantico”. «Il Ponte», n. 4, aprile 1949.]

 

A nome dei socialisti indipendenti, dei quali sono rimasto l’unico rappresentante nel gruppo di Unità socialista, ritengo che sulla soglia di una decisione che ci turba e quasi ci schiaccia col suo peso, e che...

L’imbroglio ucraino

Lo spettacolo osceno della guerra, la ripugnante pornografia dei suoi disastri (sì, ancora Goya) che tutto distruggono, senza tempo né luogo né ragioni, travolgendo vittime e carnefici in folli danze macabre arcaiche e postmoderne, impone con la forza delle sue immagini spietate e strazianti l’orgia totalitaria dell’autodistruzione, costi quello che costi, in un tripudio di armi e propaganda. L’imbroglio ucraino, inganno, groviglio e cortocircuito di strategie economiche e militari esplicite e occulte, sempre comunque iscritte in processi...

La democrazia commissariata

di Paolo Bagnoli

La rielezione di Sergio Mattarella alla presidenza della Repubblica, nonostante avesse, da tempo, dichiarato che non era sua intenzione di accettare un eventuale secondo settennato, segna il punto di arrivo di una crisi lunga della Repubblica. Una crisi che la corrode da oltre un trentennio; da quando il tarlo dell’antipolitica ha prodotto un vero e proprio sfarinamento istituzionale e generato un populismo diffuso.

Crisi delle istituzioni e...

La guerra terroristica in Ucraina: «E la Costituzione?»

di Angelo Tonnellato

Sul “Ponte online” leggo una breve nota, intitolata E la Costituzione? La riporto per comodità di discussione e per immediata evidenza di qualcuno cui fosse eventualmente sfuggita:

In seguito alla fornitura di armi all’Ucraina da parte del governo italiano, riportiamo il dettato dell’articolo 11 della Costituzione della Repubblica italiana: «L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di...

risiko

Risiko, versione 5.0

di Patrizia Bernardini

Non essendo esperta politologa, mi limiterò a elencare una serie di fatti relativi a quella che Mosca ha inizialmente definito una “operazione speciale” in Ucraina, sulla falsariga degli “interventi” in Iraq, Libia e Siria, ma subito chiamata “invasione” dall’Occidente e ora diventata “attacco” anche per Russia Today. Per una volta tanto non partirò dal 2008 ma dall’aprile 2019, quando la Rand Corporation pubblica un documento dal titolo Overextending and Unbalancing Russia. Assessing the...

Democrazia e populismo

Alla fine degli anni cinquanta comparve in Italia un film di Elia Kazan (A Face in the Crowd) nel quale un suonatore di chitarra, Solitario Rhodes, cresciuto nell’America profonda, opportunamente pilotato da radio e televisione, aveva raggiunto in breve grande popolarità, mescolando canzoni a slogan, con cui il buon senso comune veniva contrapposto al vuoto linguaggio dei governanti. Seguito da milioni di ascoltatori, il successo gli aveva suggerito un’avventura politica, fatta non più da noiosi dibattiti pubblici,...

Costituzione Italiana

E la Costituzione?

Il Ponte

In seguito alla fornitura di armi all’Ucraina da parte del governo italiano, riportiamo il dettato dell’articolo 11 della Costituzione della Repubblica italiana:

«L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra...

eran trecento

Eran trecento…

di Marcello Rossi

L’articolo 85, secondo comma, della Carta costituzionale recita: «[…] il Presidente della Camera dei deputati convoca in seduta comune il Parlamento e i delegati regionali per eleggere il nuovo Presidente della Repubblica». Ma Parlamento e delegati regionali, dimentichi di questo articolo, hanno eletto il Presidente già in carica, cioè il vecchio Presidente.

C’è chi sostiene che «nuovo Presidente» vada interpretato come “Presidente per il nuovo settennato”, ma allora la Carta, che è particolarmente parca nell’uso delle parole, avrebbe dovuto...

Chi spiega la storia

Vorrei dirlo al «Ponte», perché ho imparato cosa vuol dire essere antifascisti grazie alle parole di Piero Calamandrei. E vorrei dire che, sì, sono preoccupato. Sono preoccupato per quello che significa la fotografia che vi chiedo di pubblicare, per il suo commento: e soprattutto perché non ha provocato reazioni. È stata scattata nel tardo pomeriggio del 10 febbraio, davanti all’Università per Stranieri di Siena, di cui sono rettore. Ritrae una manifestazione di Gioventù Nazionale, l’organizzazione giovanile di Fratelli d’Italia, il partito che potrebbe essere il...

Chiusura sede della redazione Il Ponte

Il Comune di Firenze ha chiuso i locali del circolo SMS Andrea del Sarto che ospitava, tra le altre associazioni, la sede della rivista Il Ponte. Siamo in attesa di di definire il trasferimento in una nuova sede oppure di verificare le condizioni di riapertura nella vecchia sede. Nel frattempo siamo impossibilitati ad accedere alla redazione e quindi anche di rispondere al telefono. Chi avesse urgenza di contattare la redazione può telefonare a: Marcello Rossi   333 984 5150 Luca Noale  347 415 0835